NEXT: “THE MIND FACTOR WEBINARS”. Mie considerazioni.Coach Paolo De Ascentiis.

Mentre proseguono le ” Sessioni di Allenamento” e tutte le altre iniziative della Pda Golf School, ho deciso di partecipare ad un altro “webinars” relativamente alla parte della conoscenza sugli aspetti mentali del gioco del golf dei professionisti e/o dei loro allievi.

Come dice Morris, ritengo sia “FONDAMENTALE E DETERMINANTE” conoscere, trattare idee e concetti PRATICI, IMMEDIATAMENTE applicabili all’insegnamento, che possono fare una GRANDISSIMA differenza per il miglioramento della PERFORMANCE SPORTIVA, quindi in pratica uno “SCORE” migliore.

Da sempre la cura dell’aspetto mentale è da me,TOTALMENTE CONDIVISO ED APPLICATO ad i miei allievi e player, sia come Maestro che come Coach.

Ho avuto innumerevoli contatti e confronti direttamente con “Mental Coach” affermati, e la mia partecipazione a tantissimi seminari e conferenze con grandissimi Coach (Oscar del Rio,Marta Figueras-Dotti,Phil Kenion,etc ), i moltissimi incontri con illustri Mental Coach anche di vari altri sport , credo facciano intendere quanto io sia vicino a questa “tematica” e quindi “applicazione” durante le mie Sessioni di Allenamento.

Ritengo infatti che oltre a quello che è l’aspetto TECNICO, sia DETERMINANTE la capacita (da parte del giocatore, quindi per il mio ruolo, il mio allievo o player) di stare in una “ZONA DI ELEVATA PERFORMANCE MENTALE” il più a lungo possibile. Questo raggiungimento sarà foriero di una maggior ripetitività, e quindi una costante e progressiva crescita sportiva e di risultati.

Ho letto molti libri sul tema in questi lunghi anni, e già dal primo seminario tenuto all’hotel Brun di Milano nei primi anni 90, ho ascoltato famosissimi “mental coach” di allora, uno su tutti, il Dott. Bob Rotella. Parlo di tempi in cui come sport del golf, l’aspetto psicologico veniva da noi trattato come un “plus”. Non è mai invece stato così all’estero, tant’e’ che Donato Di Ponziano, che mi onoro di avere come amico, già allora aveva organizzato tale evento. Non devo dire certo io, chi è Donato oggi, nel mondo del Golf.

Ma tornando a post di oggi.

Tutti durante la carriera di sportivi abbiamo imparato rapidamente come l’atteggiamento, la fiducia in se stessi, la concentrazione e la forza mentale influenzano le prestazioni. A parte l’aspetto del ” gesto tecnico” ovviamente fondamentale, tutti  sappiamo che quella è la principale differenza tra i nostri giri medi e quelli migliori. 

Ma la domanda è  “Come si possono migliorare queste capacità mentali e raggiungere” la zona“più spesso?”

Durante le mie sezioni di allenamento, anche a livello di gioco ludico, mi sento chiedere:” Maestro, perchè non riesco a fare un colpo uguale all’altro? Perchè mi manca la “ripetitività? Perchè vado in certi” black out” di gioco, alternando buone buche ad alcune che non so neanche cosa succede, da quanto le gioco male? Non sembro neanche io!

Ho preso volutamente due”ESTREMI” !! Coach che allenano TOURNAMENT PLAYERS e Maestri che allenano persone che giustamente lo fanno per DILETTO (dilettanti), per spiegare meglio che sostanzialmente la cosa non è molto lontana. Certo il LIVELLO TECNICO non è paragonabile, ma se TUTTI avessero più NOZIONI O CONOSCENZE sull’argomento , sono sicuro che potrebbero MIGLIORARE DI GRAN LUNGA IL LORO GIOCO.

Una cosa che mi ha fatto riflettere in uno dei tanti colloqui fatti, è stato quando mi è stato fatta notare questa cosa :”Paolo ti sei mai chiesto quanti giocatori pensano a cosa si dovrebbe rivolgere la mente, PRIMA del colpo, DURANTE il colpo, DOPO il colpo, e MENTRE si cammina per raggiungere il colpo successivo? “! E’ una delle PRIME riflessioni che mi hanno fatto fare nella fine degli anni 80 in Inghilterra. Precisamente è stato Denis Pugh. Non credo di dovervi dire chi è, e comunque sono stato da lui a farmi vedere lo swing, e poi ho ascoltato per giorni cosa aveva da dirmi sul gioco e sull’insegnamento.

Lì ho preso una decisione che ha cambiato la mia vita riguardo al golf. Ho una cassetta, registrata di tantissimi (coach e mental coach) fatta nei primi anni 90.Un giorno la metterò su you tube, sul mIo canale a puntate. Credo che possa essere un piccolo interessante punto di vista, perchè possiate fare delle vostre personali riflessioni.

Si lo so può sembrare banale, ma io ho riflettuto molto su quella cosa detta da Coach Pugh, e non devo certo essere io a farvi pensare che lo Sport del Golf è molto difficile anche perchè, tra un colpo e l’altro passa del tempo, e che è un continuo” switch off/on” del pensiero per il lungo tempo della competizione o giro in campo.

Ancora oggi ho un rammarico. Se avessi saputo questo ed altro? Bene, il tempo è passato, e le recriminazioni non servono. Ma non voglio che succeda ai miei giocatori ed allievi. Quindi sono ancora quì ad IMPARARE!

Oggi infatti vi presento la mia prossima LEZIONE da alunno.

Due ” WEBINARS” con Karl Morris. Performance Coach del European e Pga Tour e Coach di bel 6 vincitori di Major, cosi come di altri numerosi vincitori di tour sia maschile che femminile.

Una dei suoi primi argomenti riguarda:

Come guardare al singolo INDIVIDUO e costruire un programma PERSONALIZZATO per migliorare il suo gioco mentale.

Nessuno crea ed inventa nulla, ma progetto e programma “COACH & PLAYER” che offre la mia PDA GOLF SCHOOL va esattamente su questa LINEA. Come sempre scrivo, dobbiamo essere dei sarti nell’insegnamento ed adattare al nostro giocatore, il gesto tecnico, che riesca a ripetere più facilmente , e questo NON PUO’ PRESCINDERE dal CONOSCERE il nostro giocatore, e AIUTARLO anche e sopratutto MENTALMENTE. Fornendogli così TUTTI gli strumenti possibili.

Sembra arrivato proprio a proposito questo incontro con Karl Morris.In un periodo di trasformazione e di difficoltà del nostro amato sport, tutti gli strumenti ed opportunità sono ben accetti.

Ringrazio quindi la PGA Italiana per aver PATROCINATO questo “Evento” e ringrazio la “ the mind factor ” che ha organizzato e realizzato questa opportunità, che sono sicuro sarà foriera di un ulteriore crescita professionale da parte mia.

Maestro Pgai Ambassador

Paolo De Ascentiis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...