Intervista “India Golf Cup”

Carissimi amici golfisti

ho il piacere di inoltrarvi l’intervista che mi ha rivolto Adriano Manzoni, Responsabile Marketing e Comunicazione, del Circuito India Golf Cup durante un nostro incontro presso il Golf Club Castell’Arquato.

India Golf Cup è un circuito nato ben 17 anni fa dall’intuizione di Gianmario Sbranchella, Vice Presidente Esecutivo della Camera di Commercio Indiana per l’Italia, che ha voluto utilizzare questo nostro bellissimo sport come veicolo comunicativo e d’incontro tra varie entità produttive e culturali italiane ma non solo.

Paolo De Ascentiis

La troverete a pag 4/5 del redazionale.

PDA GOLF SCHOOL 2020. PROGETTI, ATTIVITA’ E LOCATION.

Cari Giocatori, Allievi, Player e Lettori.

In questo inizio d’anno la PDA GOLF SCHOOL del Maestro PGAI AMBASSADOR ADVANCED classe “AA” ha aggiunto  alcune location, decisione dovuta ai continui spostamenti e alle molte richieste  ricevute.

Il settore del Golf è in continuo progress e il trend positivo sarà ulteriormente rafforzato dalla prossima ‘ROAD TO ROME’  RYDER CUP 2022.

Ci sono stati cambiamenti importanti nelle regole di questo sport.

La variazione dell’HCP darà modo alla maggior parte dei giocatori di prendere un handicap, per far giocare insieme golfisti di tutti i livelli in condizioni di parità di gioco.

Per saperne di più:

Nuovo handicap golf: dal 2020 niente virgola con il sistema mondiale WHS

Tutto questo ha portato ad una maggiore richiesta di lezioni.

Sono state dunque previste  nuove  formule per erogare attività di insegnamento, sempre di eccellenza.

L’esperienza maturata in questo settore  dall’Ambassador Paolo De Ascentiis si concretizza in un’ampia offerta di servizi:

EVENTI GOLFISTICI AZIENDALI

SVILUPPO DI PRODOTTI E SERVIZI PER GOLF CLUB

CONSULENZA PER LA PROGETTAZIONE DI NUOVI IMPIANTI.

MARKETING PER AZIENDE, GOLF CLUB E RESORT.

 

Qui di seguito alcune soluzioni proposte PDA GOLF SCHOOL:

Oltre alla sede storica di Rapallo e al GOLF SANTO STEFANO di Campagnola Emilia (RE), il Maestro sarà presente in altre location:

– GOLF CLUB CASTELL’ARQUATO (PC)

– MY GOLF (PC)

– GOLF CLUB ARGENTA (FE)

 

Cordialmente,

Donatella Lavizzari

COMUNICAZIONE-PROGETTI – UFFICIO STAMPA

 PDA Golf School

 

 

PDA GOLF SCHOOL “ORANGE FRIDAY”

Cari Golfisti, Amici e Lettori, 

nella ricorrenza delle festività di HALLOWEEN, la PDA GOLF SCHOOL presenta la formula 

“ORANGE FRIDAY”

Per la giornata di VENERDÌ 1 NOVEMBRE, il Maestro PGAI Ambassador Paolo De Ascentiis proporrà un’ INTERESSANTE INIZIATIVA:

TUTTE LE ORE DI LEZIONE CHE SARANNO EFFETTUATE AVRANNO LO STESSO COSTO  DELLA MEZZ’0RA.

1 ORA DI LEZIONE (SESSIONE INDIVIDUALE)  SPECIAL PRICE: 30 EURO.

LE ORE DI LEZIONE SARANNO DISPONIBILI DALLE 14 ALLE 17.

Con la speranza di avervi fatto cosa gradita , vi salutiamo augurandovi un buon

“HALLOWEEN”

 

unnamed

PDA GOLF SCHOOL. LOCATION E ATTIVITA’ 2019.

Cari Amici, Allievi e Player,

come annunciato  nei post e nelle mail precedenti, continua la mia presenza presso le location della PDA GOLF SCHOOL, per proseguire, approfittando del periodo invernale, ad apportare tutte quelle modifiche che possono indurre ad un miglioramento del gesto tecnico.

Continuano inoltre le Golf Clinic in Campo Pratica e le Open Golf Clinic in campo su 9 buche.

Visto il periodo invernale, ho deciso di allargare le varie possibilità di usufruire delle uscite in campo su 9/18 buche anche su altri campi:

  • GOLF CLUB RAPALLO(GE)
  • GOLF CLUB CHERVO'(BS)
  • GOLF CLUB ARGENTA(FE)
  • GOLF CLUB VERONA(VR)

Oltre a questi,la PDA GOLF SCHOOL offre la possibilità di provare i meravigliosi e consueti percorsi dei Golf, ormai da anni frequentati, con la presenza del Coach Paolo De Ascentiis.

  • GOLF CLUB S.STEFANO(RE)
  • GOLF CLUB CASTELL’ARQUATO( PC)
  • GOLF CLUB MATILDE DI CANOSSA(RE)

Sempre presente l’iniziativa relativa a chi non avesse ancora provato a giocare a golf con la formula “START SIMPLE” della PDA GOLF SCHOOL.

Nell’attesa di incontrarvi sui Links, Vi saluto cordialmente, ricordandovi sempre di contattarmi telefonicamente o tramite i social a me o alla PDA Golf School collegati, per avere tutte le info , e/o conoscere i giorni e gli orari delle lezioni in campo pratica, delle Golf Clinic, e delle uscite in campo a 9 buche.

Vi ricordo le altre due nuove LOCATION della PDA Golf School, che troverete nei post precedenti:

  • GOLF CLUB ARGENTA (FE) “vedi post”
  • MY GOLF PIACENZA(PC) “vedi post”

e della sempre presente iniziativa, COACH/PLAYER:

Infatti n seguito al crescente numero di giocatori che hanno aderito con contratto annuale, alla FORMULA COACH/PLAYER con il Maestro Paolo De Ascentiis, sono state introdotte altre proposte per tutti coloro che  desiderano essere seguiti  per periodi più brevi (CONTRATTI 6 MESI/3 MESI/ 1 MESE).

Questi NUOVI CONTRATTI includono 4 ore settimanali di lezioni in Campo Pratica (Green Fee e palline comprese), con una uscita in Campo di 9 buche,  per la gestione della GARA (STRATEGIA e COLPI SPECIALI) e una parte relativa al MENTAL COACH ING applicata sia sul PUTTER sia in CAMPO per raggiungere il massimo del controllo. Come usare il corpo (respirazione, postura, grounding e movimento) e cosa pensare (prima del colpo, durante il colpo, dopo averlo effettuato e prima del colpo successivo).

Un PROGRAMMA COMPLETO e al TOP come quello riservato ai TOURNAMENT PLAYER,  rivisitato e corretto per  dilettanti, con modalità semplificate ad hoc.

Per  NEOFITI e ONE DIGIT. Un’occasione per essere seguiti ad ogni livello con un’ottica professionistica anche nell’ambito dilettantistico, con l’OBBIETTIVO di MASSIMA PERFORMANCE SPORTIVA alla fine del percorso scelto.

Il tutto ad un costo contenuto, comprensivo di tutti gli strumenti tecnologici e didattici utilizzati dai PRO.

ALL INCLUSIVE:

  • 4 ORE DI LEZIONI ALLA SETTIMANA
  • GREEN FEE E PALLINE CAMPO PRATICA COMPRESE
  • UN’USCITA IN CAMPO DI 9 BUCHE
  • SESSIONI DI MENTAL COACHING IN CAMPO
  • TECNOLOGIA E DIDATTICA APPLICATA

relativa alla possibilità di effettuare 1/3/6/12 Mesi l’anno.

Maestro Pgai Ambassador

Paolo De Ascentiis

Punta Ala Golf Club 5/6 Giugno : Golf clinic e Italy Golf Cup. Presto l’articolo e le foto. Prossime attività. Coach Paolo De Ascentiis.

Ieri e Sabato 5 Giugno al golf di Punta Ala(Grosseto) si sono svolte le due golf clinic in programma e una delle gare del circuito Italy Golf Cup del quale sono il consulente tecnico sportivo.

Oggi si terra quella al Golf S.Stefano di Campagnola Emilia (Re) e il 12 di giugno si terranno le due uscite di nove buche al Golf Chervò, in quanto il nostro circolo è impegnato in una importante gara nazionale di Foot-Golf.

Ho pensato quindi di dare un opportunità ai nostri soci e ai giocatori di fare 9 buche( una al mattino e una al pomeriggio) con il Coach al Golf Chervò.

Tutte le info le troverete sul sito istituzionale http://www.pdagolf.it o nei w-up e/o mail che costantemente vi invio, e che avrete ricevuto, in quanto sono state tutte prenotate, e di questo non smetterò mai di ringraziarVi per la vostra attiva e motivata partecipazione.

Nell’attesa di pubblicare il resoconto sul Golf di Punta Ala, e della golf clinic di oggi, vi aspetto per le giornaliere lezioni di golf, sessioni di allenamento e uscite in campo presso il nostro Golf di S Stefano a Campagnola Emilia ( RE).

Cordialmente,

Coach Paolo De Ascentiis

Alleno tutti come se fossero degli atleti

Prendo in prestito questo” incipit” dall’amico Riccardo Penna, per ribadire quella che è la “mia” personale interpretazione di coach, di allenatore, di educatore di maestro di sport. Dovrei citare tantissimi nomi, di illustri ed eminenti Dottori, Psicologi, Mental Coach, Preparatori, che hanno e continuano a parlare dell’argomento, scrivendo articoli, libri, tenendo conferenze, lavorando costantemente sul tema.Chiedo scusa a tutti se non verranno nominati. Lo spazio è chiaramente poco, ma nutro verso tutti loro una profonda stima.

Il Dr. Sheehan ha detto: “Ognuno è un atleta. L’unica differenza è che alcuni di noi sono allenati e alcuni non lo sono “. Gli atleti che hanno gareggiato alle Olimpiadi non hanno ottenuto quei risultati per caso. Sono arrivati ​​lì con estrema dedizione e allenamento intenso. Con questo in mente la definizione di un atleta è unicamente dipendente solo da quanto lavoro è stato fatto, non dall’effettivo risultato raggiunto. Insomma, “atleta” non definisce la natura ma la quantità di allenamento.
L’origine della parola atleta deriva dalla parola latina Athleta ed è chiaramente legata ai giochi in cui gli atleti competevano per un premio (athlein). Quindi, inizialmente, se non eri in lizza per il premio non eri un atleta. La definizione si è evoluta e, anche se abbiamo molti più atleti nella società di oggi, non è sempre il premio che li definisce; ci sono, infatti, molti altri motivi per partecipare nello sport.

La definizione originale è probabilmente paragonabile a quello che oggi noi chiamiamo un “atleta d’elite” .

Essere un atleta significa che c’è un obiettivo, un desiderio di migliorare e la volontà di impegnarsi. Un atleta è qualcuno che affronta con serietà il suo sport. C’è un obiettivo finale che lo coinvolge a fare qualcosa di cui questa persona può essere orgogliosa. Questo potrebbe significare stabilire un record personale, anche se può essere molto lontano dal record del mondo. Potrebbe anche significare completare una certa distanza senza velleità di tempo. (…).O aggiungo io fare pochi colpi ,senza velleità del risultato.
La definizione di un atleta dipende dal contesto e sembra essere negli occhi di chi guarda.

Il leggendario allenatore dell’Università dell’Oregon, e co-fondatore Nike, Bill Bowerman ha detto: “Se si dispone di un corpo, sei un atleta”

Anche per me” ognuno è un atleta”. Infatti da sempre vedo in ogni persona che si avvicina allo sport, nel mio caso il golf, un atleta. Qualsiasi età o obbiettivo abbia.

Io personalmente ripeto la frase”( Giocatore/ Sarto)” da ormai più di 35 anni di insegnamento, visto che ne ho 60 ed ho iniziato a giocare a golf all’età di 7 anni.Ho scritto articoli su questo.Questo è del 2005.

UN COACH DEVE ESSERE UN SARTO ED ADATTARE SU OGNI PERSONA IL GESTO ( SWING) PER LUI PIU’ CONSONO PER MILLE MOTIVI E QUINDI PIU’ SEMPLICE E RIPETITIVO.

Quindi che sia un giovane di 6 anni o un ” Age’ ( senza età.. ),io mi approccio a lui cercando quella che può essere una forma di atletismo nella sua persona e la sua unicità. INFATTI CONSIDERO TUTTI ATLETI.

Che sia la facilità a fare un gesto tecnico.

Che abbia un atteggiamento mentale consono rispetto allo sport del golf.

Che abbia una normale condizione fisica.( E questo credetemi, è l’ultimo dei miei problemi come coach)

Quindi cerco di sfruttare in lui,quella che è la sua parte più “atletica”

Elena Casiraghi, dice davanti alla riflessione di Asker Jeukendrup.

“Non mi ero mai posta questa domanda, ma davanti alla riflessione di Asker Jeukendrup, non ho potuto che lasciarmi coinvolgere e leggere incuriosita il suo pensiero.

Sentirsi un atleta ed essere un atleta sono due aspetti differenti ma, dopo tutto, mi domando se abbia davvero senso impegnarsi a dare una definizione di “atleta”.

Penso che, dopo tutto, chiunque possa essere un atleta.

Credo che alla fine, un atleta è chiunque agisce -sportivamente parlando- mosso da una passione, da un desiderio di raggiungere un traguardo, pubblico o personale, e per il quale lavora meticolosamente -che non vuol dire maniacalmente- curando l’allenamento, l’alimentazione ed il recupero. Senza lasciare nulla al caso.”

Mi ritrovo perfettamente in tali riflessioni. Aggiungo di più, il Golf come sport, è praticato prevalentemente, per quanto riguarda la parte dilettantistica da persone non più giovani. E proprio su queste io cerco di fare leva, perche scatti in loro il desiderio di ” confrontarsi” con se stessi, che non venga preso solo come un gioco, ma anche come un motivo di crescita personale a qualsiasi livello. Spesso mi sento criticare, perchè pretendo troppo dai miei allievi. In realtà è solo la voglia di vedergli fare quel “passo” così vicino che a volte non lo si vede.

Insomma, io non cambierò mai atteggiamento, e qualsiasi persona avrò davanti, darò tutto me stesso, perchè possa ottenere, anche un piccolo miglioramento, ma con la voglia e l’impegno di farlo. E non, perchè si ha preso una mezz’ora di lezione, ma, perchè ci si è allenati ( magari anche poco per mille motivi) ma con l’intento di ricevere una gratificazione personale.

Andare dal dottore( Maestro) e poi non fare la cura (allenamento) non pare.. serva a molto. La bravura del Dottore sta nel ascoltare i sintomi, fare una diagnosi, e dare la cura in funzione del paziente. Come il sarto, che cuce su misura il vestito al cliente( fa un sacco di prove, durante la creazione). Questo farò per sempre, grato di tutte le soddisfazioni che ho, e ricevo tutti i giorni.

Credete, si può fare.

Coach,

Paolo De Ascentiis

Prossime uscite in campo 9 buche con il Coach Paolo De Ascentiis. www.pdagolf.it

Cari Golfisti, queste sono le prossime OPEN GOLF CLINIC IN CAMPO SU 9 BUCHE che organizzerò.

Vi elenco i campi e le date. La disponibilità è per 3 persone per “sessione”.( Una al mattino e una al pomeriggio)

SABATO 5 GIUGNO E DOMENICA 6 presso il “GOLF CLUB PUNTA ALA “

LUNEDI’ 7 GIUGNO presso il “GOLF CLUB S.STEFANO”

SABATO 12 GIUGNO presso il “GOLF CLUB CHERVO'”

Per informazioni varie e orari chiamatemi telefonicamente al Mob. 3391213241 o inviando una e-mail a deascentiisp@gmail.com o contattandomi tramite i vari social collegati a me o alla mia scuola di golf ” Pda Golf School “.

Cordialmente,

Maestro Pgai

Paolo De Ascentiis

The Greatest Game Ever Played. Da 54 di hcp a mettere uno 0 davanti. Gianpaolo e Sandro. IL GOLF.

Queste sono le stesse parole che parafrasando il film( Il più bel gioco della mia vita un film del 2005 diretto da Bill Paxton, tratto dal romanzo The Greatest Game Ever Played di Mark Frost (inedito in Italia), che ha adattato la propria opera per il cinema e coprodotto il film. Racconta la storia vera dell’incredibile impresa del giocatore dilettante Francis Ouimet negli U.S. Open del 1913.) direbbero Gianpaolo (9 anni) che ha fatto la sua prima gara(54 di hcp) due gg fa facendo 11 punti su 9 buche ,e gioca da due anni, e Sandro (52 anni) che ha messo lo 0 davanti (0,9) che gioca dal 2001 .

Gianpaolo lo alleno da 2 anni, Sandro da 20. Hanno tutti e due iniziato con me.

Questa è la dimostrazione, che a parte essere uno Sport senza età, con la costanza, l’allenamento, la volontà, il sacrificio, e facendo Lezioni in campo pratica, Sessioni di Allenamento serie sul percorso, Preparazione atletica, e curando l’atteggiamento mentale in campo, si possa arrivare a giocare molto bene.

Un articolo che ho voluto scrivere, per tutte quelle persone che mi dicono che il golf è difficile.

Non è per niente difficile, c’e’ un Hcp( colpi di vantaggio) che pareggiano le differenze rispetto ai giocatori .E da a tutti la propria dimensione e livello di gioco, quindi divertimento.

Ma se si vogliono ottenere dei risultati come Sandro che ha iniziato a 32 anni ed arrivare a vedere lo 0, si lo è.

Se si vogliono ottenere risultati importanti, duraturi e ripetitivi si lo è, lo è se si seguono regole ,lezioni, allenamenti e non gli si dedica il tempo necessario facendolo diventare uno SPORT come è per Sandro, si lo è.

Tutto questo, perchè diventi ripetitivo, costante nel gioco, lo swing, facendolo diventare, bellissimo e pieno di soddisfazioni.

Per quanto riguarda GianPaolo, se un giorno vorrà diventare un Player, allora dovrà farlo diventare uno SPORT a tutti gli effetti.

Per adesso per lui è il PIU’ BEL GIOCO DELLA SUA VITA .

Personalmente, a me piace che i GIOVANI CHE ALLENO, prima si divertano, facciano socializzazione, aggregazione, amicizia, e poi semmai seguano i corsi dei Giovani e tutta la trafila del settore giovanile.

Ovvio che tutti devono trovare una propria COLLOCAZIONE e un sereno CONFRONTO per il modo, tempo, impegno che dedicano al Golf.

Il Golf è per la maggior parte di tutti un GIOCO, ed è GIUSTO sia così, ma anche in questo caso rimarrà per sempre e per tutti :

Il più bel gioco della mia vita.

Coach Paolo

Una bambola dal grande cuore.

Inaugurata lo scorso novembre, sta procedendo la campagna ‘Una Bambola dal Grande Cuore‘ a favore della ricerca oncologica avviata dall’Istituto di Ricerca dell’IRCCS – AUSL di Reggio Emilia.

L’iniziativa di solidarietà coinvolge le principali associazioni che operano al Core – Aibat, Ammi, Andos, Il Giorno Dopo, Senonaltro, Vittorio Lodini per la Ricerca in Chirurgia
Il progetto, nato da un’idea della Prof.ssa Emma Bernini, propone di dare sfogo alla propria fantasia e di creare una bambola partendo da una sagoma-modello di compensato, distribuita dalle varie Associazioni a chi ne farà richiesta.
Le sagome verranno vestite con ritagli di stoffa, di carta o con materiali di recupero, diventando dei pezzi unici.
Nell’intento delle associazioni, ogni bambola rappresenta una persona ammalata: chi farà una donazione per adottarla, contribuirà a sostenere la ricerca affinché il cancro diventi una malattia sempre più curabile.

Al termine dell’iniziativa le bambole saranno messe all’asta.
Il grande evento di adozione delle “Bambole del grande cuore” si terrà a ottobre 2021.

La commissione medico-scientifica dell’iniziativa ha reso noto il progetto di ricerca a cui verranno destinati i proventi della vendita delle bambole.
Si tratta della ricerca condotta dalla Dott.ssa Francesca Reggiani presso il Laboratorio Traslazionale dell’Azienda Sanitaria Ausl IRCCS di Reggio Emilia sull’”Utilizzo di farmaci epigenetici per stimolare l’attività delle cellule Natural Killer nel tumore al seno”.
La giovane ricercatrice reggiana, vincitrice per il secondo anno consecutivo della borsa di studio della Fondazione Umberto Veronesi, si concentra sullo studio dei tumori al seno di tipo triplo negativo, particolarmente aggressivi e che colpiscono anche donne in giovane età, e per i quali ad oggi sono limitate le terapie di cura efficaci. Gli obiettivi del progetto di ricerca sono: aumentare l’efficacia delle cellule immunitarie nel riconoscere e uccidere le cellule tumorali tramite l’utilizzo di farmaci di nuova generazione (epigenetici) e rendere più efficace la chemioterapia tradizionale, abbassandone le dosi e, quindi, la tossicità.
Il progetto si propone inoltre di valutare l’attività di una serie di geni associati alle cellule Natural Killer, che sembrano essere predittivi di risposta alla chemioterapia nelle pazienti.
Queste caratteristiche potrebbero permettere agli oncologi di scegliere una terapia in base alle caratteristiche del singolo tumore e di evitare una chemioterapia che potrebbe rivelarsi inutile o addirittura dannosa.


Una Bambola dal Grande Cuoresta incontrando la passione di molte persone.
Queste Bambole speciali non si possono comprare come un oggetto comune perchè ciascuna di esse rappresenta una persona malata di tumore.
Per quella particolare persona l’adozione è una speranza di vita.
L’obiettivo è arrivare a mille bambole.
C’è la bambola Pippi Calzelunghe, c’é quella Audrey Hepburn, con l’indimenticabile tubino nero firmato Givenchy.
Un’altra indossa una delle creazioni del sarto architetto Roberto Capucci.
Anche la squadra granata ha voluto che le fosse intitolata una bambola: ‘Passione Reggiana’ è stata autografata da tutti i calciatori della Reggiana ed è esposta nella hall del punto vendita Conad Le Vele.

Sono state già consegnate quasi 250 bambole e altre centinaia sono in fase di realizzazione ad opera di volontari, artisti, stilisti e volti noti dello spettacolo, tra cui Orietta Berti, Paolo Belli e Nek, che hanno accolto con entusiasmo questo importante appello.

Anche l’Ambassador PGAI Paolo De Ascentiis ha accettato di partecipare a questa iniziativa con la Bambola Matilde che veste la divisa del Golf Club Santo Stefano di Campagnola Emilia.

https://fb.watch/5C6Tz6dzfi/

Donatella Lavizzari

COMUNICAZIONE – PROGETTI – UFFICIO STAMPA

PDA Golf School






Paolo De Ascentiis: nuovo incarico per Italy Golf Cup.

Cari Golfisti, Amici e Player,

è con immenso piacere che Vi comunico Il mio nuovo incarico in qualità di “Consulente Tecnico Sportivo” per Italy Golf Cup.

La presentazione ufficiale del “Circuito 2021” si terrà mercoledì 19 maggio presso l’Hotel Splendide Royal a Lugano.

Per info contattare:

­Per contatti: segreteria@litalygolfcup.golf 

Italy Golf Cup c/o Leutman – Via Petrini 7 – 6900 Lugano – Switzerland

Italy Golf Cup : https://italygolfcup.golf/

Il Golf on Line: https://ilgolfonline.it/wp/2021/04/20/italy-golf-cup-e-la-novita-de



Consulente Tecnico Sportivo Italy Golf Cup.
Coach Paolo De Ascentiis

Paolo De Ascentiis: Let’s start again!

Cari Allievi, Player e amici Golfisti,
in questi mesi sono rimasto in attesa di un ritorno alla normalità, con la speranza che i colori delle regioni si allineassero per poter ricominciare gare e lezioni.
Torno quindi oggi a postare ed illustrare tutte le iniziative che da sempre propongo ed attuo con la mia PDA Golf School.

Nelle ultime settimane la mia priorità è stata quella di portare a termine le attività che avevo precedentemente pianificato con molti di voi, con i contratti “Coach & Player“, il cui svolgimento era stato bloccato dalle misure anti Covid decise dal Governo.

Essendo residente in una delle Regioni classificate ROSSE, sono stato purtroppo costretto ad attenermi a questo stato di fatto.

Finalmente, grazie al nuovo DCPM, ho ripreso con grande entusiasmo le sessioni di allenamento e le uscite in campo.

Ripartono anche le “LEZIONI per i NEOFITI” con nuove agevolazioni relative a costi e a modalità.

La settimana prossima ripartiranno anche le consuete “OPEN GOLF CLINIC IN CAMPO“. In quelle occasioni accompagnerò personalmente i golfisti sui Link, per monitorare direttamente sul percorso tutte le situazioni che si possono verificare durante il gioco, condividere una strategia delle buche, verificare l’atteggiamento mentale da avere e discutere di tutte quelle altre variabili che possono essere viste solo sul ” PERCORSO DI GARA”.

Quest’anno, inoltre, ho voluto introdurre una nuova modalità di gioco: una vera e propria gara durante le nove buche.

Sono molti i progetti in cantiere, tra questi c’è anche una collaborazione con un circuito di gare di cui vi parlerò prossimamente.

Nei prossimi giorni renderò pubblica un’ importante iniziativa di solidarietà che mi ha reso partecipe e particolarmente orgoglioso per averla potuta realizzare nell’ambito del golf, il mio amato sport, come tutte le ‘Charity’ che ho condotto in passato.

Voglio ringraziare tutti i miei Player che hanno avuto la pazienza di aspettare la riapertura, tutti i neofiti che hanno da poco iniziato con me un percorso e tutti coloro che mi hanno contattato per riprendere le lezioni e che quotidianamente mi inviano i loro risultati nelle gare, confrontandosi con me sui tanti temi inerenti lo sport del Golf.

Maestro Pgai Paolo De Ascentiis

NEXT: “THE MIND FACTOR WEBINARS”. Mie considerazioni.Coach Paolo De Ascentiis.

Mentre proseguono le ” Sessioni di Allenamento” e tutte le altre iniziative della Pda Golf School, ho deciso di partecipare ad un altro “webinars” relativamente alla parte della conoscenza sugli aspetti mentali del gioco del golf dei professionisti e/o dei loro allievi.

Come dice Morris, ritengo sia “FONDAMENTALE E DETERMINANTE” conoscere, trattare idee e concetti PRATICI, IMMEDIATAMENTE applicabili all’insegnamento, che possono fare una GRANDISSIMA differenza per il miglioramento della PERFORMANCE SPORTIVA, quindi in pratica uno “SCORE” migliore.

Da sempre la cura dell’aspetto mentale è da me,TOTALMENTE CONDIVISO ED APPLICATO ad i miei allievi e player, sia come Maestro che come Coach.

Ho avuto innumerevoli contatti e confronti direttamente con “Mental Coach” affermati, e la mia partecipazione a tantissimi seminari e conferenze con grandissimi Coach (Oscar del Rio,Marta Figueras-Dotti,Phil Kenion,etc ), i moltissimi incontri con illustri Mental Coach anche di vari altri sport , credo facciano intendere quanto io sia vicino a questa “tematica” e quindi “applicazione” durante le mie Sessioni di Allenamento.

Ritengo infatti che oltre a quello che è l’aspetto TECNICO, sia DETERMINANTE la capacita (da parte del giocatore, quindi per il mio ruolo, il mio allievo o player) di stare in una “ZONA DI ELEVATA PERFORMANCE MENTALE” il più a lungo possibile. Questo raggiungimento sarà foriero di una maggior ripetitività, e quindi una costante e progressiva crescita sportiva e di risultati.

Ho letto molti libri sul tema in questi lunghi anni, e già dal primo seminario tenuto all’hotel Brun di Milano nei primi anni 90, ho ascoltato famosissimi “mental coach” di allora, uno su tutti, il Dott. Bob Rotella. Parlo di tempi in cui come sport del golf, l’aspetto psicologico veniva da noi trattato come un “plus”. Non è mai invece stato così all’estero, tant’e’ che Donato Di Ponziano, che mi onoro di avere come amico, già allora aveva organizzato tale evento. Non devo dire certo io, chi è Donato oggi, nel mondo del Golf.

Ma tornando a post di oggi.

Tutti durante la carriera di sportivi abbiamo imparato rapidamente come l’atteggiamento, la fiducia in se stessi, la concentrazione e la forza mentale influenzano le prestazioni. A parte l’aspetto del ” gesto tecnico” ovviamente fondamentale, tutti  sappiamo che quella è la principale differenza tra i nostri giri medi e quelli migliori. 

Ma la domanda è  “Come si possono migliorare queste capacità mentali e raggiungere” la zona“più spesso?”

Durante le mie sezioni di allenamento, anche a livello di gioco ludico, mi sento chiedere:” Maestro, perchè non riesco a fare un colpo uguale all’altro? Perchè mi manca la “ripetitività? Perchè vado in certi” black out” di gioco, alternando buone buche ad alcune che non so neanche cosa succede, da quanto le gioco male? Non sembro neanche io!

Ho preso volutamente due”ESTREMI” !! Coach che allenano TOURNAMENT PLAYERS e Maestri che allenano persone che giustamente lo fanno per DILETTO (dilettanti), per spiegare meglio che sostanzialmente la cosa non è molto lontana. Certo il LIVELLO TECNICO non è paragonabile, ma se TUTTI avessero più NOZIONI O CONOSCENZE sull’argomento , sono sicuro che potrebbero MIGLIORARE DI GRAN LUNGA IL LORO GIOCO.

Una cosa che mi ha fatto riflettere in uno dei tanti colloqui fatti, è stato quando mi è stato fatta notare questa cosa :”Paolo ti sei mai chiesto quanti giocatori pensano a cosa si dovrebbe rivolgere la mente, PRIMA del colpo, DURANTE il colpo, DOPO il colpo, e MENTRE si cammina per raggiungere il colpo successivo? “! E’ una delle PRIME riflessioni che mi hanno fatto fare nella fine degli anni 80 in Inghilterra. Precisamente è stato Denis Pugh. Non credo di dovervi dire chi è, e comunque sono stato da lui a farmi vedere lo swing, e poi ho ascoltato per giorni cosa aveva da dirmi sul gioco e sull’insegnamento.

Lì ho preso una decisione che ha cambiato la mia vita riguardo al golf. Ho una cassetta, registrata di tantissimi (coach e mental coach) fatta nei primi anni 90.Un giorno la metterò su you tube, sul mIo canale a puntate. Credo che possa essere un piccolo interessante punto di vista, perchè possiate fare delle vostre personali riflessioni.

Si lo so può sembrare banale, ma io ho riflettuto molto su quella cosa detta da Coach Pugh, e non devo certo essere io a farvi pensare che lo Sport del Golf è molto difficile anche perchè, tra un colpo e l’altro passa del tempo, e che è un continuo” switch off/on” del pensiero per il lungo tempo della competizione o giro in campo.

Ancora oggi ho un rammarico. Se avessi saputo questo ed altro? Bene, il tempo è passato, e le recriminazioni non servono. Ma non voglio che succeda ai miei giocatori ed allievi. Quindi sono ancora quì ad IMPARARE!

Oggi infatti vi presento la mia prossima LEZIONE da alunno.

Due ” WEBINARS” con Karl Morris. Performance Coach del European e Pga Tour e Coach di bel 6 vincitori di Major, cosi come di altri numerosi vincitori di tour sia maschile che femminile.

Una dei suoi primi argomenti riguarda:

Come guardare al singolo INDIVIDUO e costruire un programma PERSONALIZZATO per migliorare il suo gioco mentale.

Nessuno crea ed inventa nulla, ma progetto e programma “COACH & PLAYER” che offre la mia PDA GOLF SCHOOL va esattamente su questa LINEA. Come sempre scrivo, dobbiamo essere dei sarti nell’insegnamento ed adattare al nostro giocatore, il gesto tecnico, che riesca a ripetere più facilmente , e questo NON PUO’ PRESCINDERE dal CONOSCERE il nostro giocatore, e AIUTARLO anche e sopratutto MENTALMENTE. Fornendogli così TUTTI gli strumenti possibili.

Sembra arrivato proprio a proposito questo incontro con Karl Morris.In un periodo di trasformazione e di difficoltà del nostro amato sport, tutti gli strumenti ed opportunità sono ben accetti.

Ringrazio quindi la PGA Italiana per aver PATROCINATO questo “Evento” e ringrazio la “ the mind factor ” che ha organizzato e realizzato questa opportunità, che sono sicuro sarà foriera di un ulteriore crescita professionale da parte mia.

Maestro Pgai Ambassador

Paolo De Ascentiis

RIPRESA ATTIVITA’ SPORTIVE E DIDATTICHE. MAESTRO PGAI PAOLO DE ASCENTIIS

Cari Allievi,Player e Amici.

Come comunicatovi nell’ultimo post del 2020 per gli Auguri delle Festività, a partire da Sabato 9 Gennaio riprenderò regolarmente tutte le attività didattiche e sportive.

Sarò quindi presente presso il Golf Club Santo Stefano di Campagnola Emilia( RE) per le lezioni già fissate, per tutti i programmi Coach & Player momentaneamente sospesi, e per tutte le varie attività che la mia Pda Golf School da sempre propone.

Quest’anno saranno INTENSIFICATE tutte le iniziative legate all’ ALLENAMENTO SUL PERCORSO e alle LEZIONI INDIVIDUALI / SESSIONI DI ALLENAMENTO IN CAMPO PRATICA presso IL GOLF CLUB S.STEFANO (RE) .

Questo orientamento è dovuto sia alle oggettive difficoltà di spostamento relativamente al “periodo” che stiamo vivendo, ma sopratutto grazie alla possibilità, usufruendo delle strutture della ” TENUTA S.STEFANO “ ( Albergo, Ristorante, Sala Meeting , etc) di poter organizzare, giornate con serate a tema golfistico, e anche proporre un “all inclusive” di più giorni ad alto livello, in tutte le diverse componenti.

Prossimamente vi metterò al corrente di tutta la PROGRAMMAZIONE GOLFISTICA.

L’anno nuovo si prospetta intenso per i progetti, gli eventi e gli appuntamenti in programma, che richiederanno grande impegno.

Vi auguro un 2021 ricco di passione, dedizione e tenacia nel raggiungere gli obiettivi prefissi, con la speranza che questa amata disciplina sia, innanzitutto, veicolo di grandi valori etici.

Maestro Paolo De Ascentiis

Merry Christmas and Happy New Year.

Cari giocatori questo è il periodo dove le gare sono meno frequenti. Un pò di pratica, e un buon allenamento in campo, vi consentirà di arrivare alla ripresa delle normali “Sessioni di Allenamento” nel modo migliore, per prepararvi poi tramite il lavoro con il vostro coach, alla stagione primaverile e quindi all’inizio delle competizioni.” Coach Paolo.

Il Maestro De Ascentiis ricorda però sempre a tutti i suoi Allievi e Player che, tra la fase di allenamento e le gare, deve essere previsto anche un periodo di “riposo agonistico”.

È normale consuetudine per tutti gli atleti e sportivi, rilassare corpo e mente, soprattutto nel Golf, sport che richiede un alto livello tecnico e di concentrazione. 

Dopo la pausa festiva e quest’anno anche” forzata”, la PDA Golf School riprenderà regolarmente le attività l’ 8 Gennaio.

I programmi Coach & Player, sospesi causa maltempo, impraticabilità dei campi e/o sopratutto da questo momento di difficoltà logistica e di salute, relativa al Covid 19, saranno come da accordi presi con ogni uno di Voi, sia verbalmente, sia sui Social sulle Chat/liste,W up o E Mail, iniziati, ripresi e completati dopo la suddetta data.

Cogliamo quindi l’occasione per farVi i nostri più sentiti auguri di un felice Natale e un 2021 pieno di soddisfazioni golfistiche e personali. 

Donatella Lavizzari

COMUNICAZIONE – PROGETTI – UFFICIO STAMPA

PDA Golf School

“White Frame”

Thanks to Nanaue (Emiliano Deferrari & Matteo Nahum)  for this beautiful song.